Che cos’è il marketing?

Che cos’è il marketing?

Ammettiamolo, per molte persone, il marketing spesso equivale alla promozione; il che non dovrebbe stupirci, visto il bombardamento quotidiano di spot televisivi, annunci e promozioni telefoniche.

Il marketing è un annuncio. Il marketing è un opuscolo. Il marketing è un comunicato stampa. E più recentemente, il marketing è una pagina Facebook o un account Instagram.

La realtà è che il marketing si trova esattamente nel mezzo tra l’azienda e il cliente: è l’insieme di attività che un business intraprende per comunicare e proporre prodotti e/o servizi che hanno valore per i consumatori e soddisfano le loro esigenze, in cambio di un profitto per chi vende.

Mi piace definire il marketing come l’arte di saper creare e gestire una relazione di scambio tra due soggetti: è la conversazione che nasce “tra due persone” che non si conoscono bene.

Per soddisfare le esigenze dei propri clienti, l’azienda deve partire da semplici domande:
  • “Chi sono i miei consumatori, cosa vogliono e a cosa tengono?”
  • “Dove, quando e come il nostro consumatore vuole comunicare con la nostra azienda?”
Solo analizzando i vostri clienti in continuazione, inviando sondaggi, studiando le abitudini di acquisto, si possono creare coinvolgenti esperienze.

Ed è il consumatore, quindi, con i suoi bisogni e desideri, ad essere il perno attorno cui ruota il marketing.

Che cos'è il marketing e perchè dovrebbe interessarti

Le famose 4P del marketing

Il marketing è presente in tutte le fasi del business, dall’inizio alla fine. Risulta quindi difficile circoscriverlo in una definizione semplice: riguarda tutti gli aspetti di un’azienda, incluso lo sviluppo del prodotto, i metodi di distribuzione, le vendite e la pubblicità.

Nella sua forma più elementare, il marketing cerca di “presentare il prodotto giusto nel posto giusto, al prezzo giusto, al momento giusto”, ma dietro a questa affermazione semplicistica si nasconde un lavoro duro di pianificazione e ricerca

Product (Prodotto), Price (Prezzo), Place (Punto vendita/distribuzione) e Promotion (Promozione) costituiscono il mix essenziale di cui un’azienda ha bisogno per commercializzare un prodotto o servizio. Come abbiamo detto, le 4 P del marketing:

4p del marketing, prodotto

prodotto

Per prodotto si intende un bene tangibile o un servizio intangibile che un’attività offre ai clienti. Idealmente, un prodotto dovrebbe soddisfare una certa domanda dei consumatori o creare un’alternativa a prodotti esistenti.

In questa fase, è fondamentale che il marketing capisca come il prodotto si distingue dalla concorrenza, se può essere abbinato ad un prodotto secondario e come promuoverlo sul mercato.

Costo 4p del marketing

Prezzo

Quando si stabilisce una strategia di prezzo, le aziende devono tenere conto di alcune variabili, ad esempio: costo unitario di produzione, costi di marketing e delle spese di distribuzione, il potere di acquisto del nostro mercato target. Se il nostro cliente target è sensibile al prezzo, le imprese devono anche considerare il prezzo dei prodotti concorrenti sul mercato e se il prezzo proposto è sufficiente a rappresentare un’alternativa ragionevole per i consumatori.

Distribuzione 4p del marketing

Punto vendita/distribuzione

Come verrà distribuito il prodotto o servizio?  Per avere successo, un prodotto deve essere disponibile nel posto giusto al momento giusto. Il marketing deve conoscere quali sono i canali migliori di distribuzione in cui i potenziali acquirenti normalmente possono cercare il nostro prodotto. Si tratta di un negozio tradizionale? La ricerca avviene su Internet?

Promozione marketing

Promozione

Questa P è probabilmente quella che vi aspettavate dall’inizio del post: la promozione comporta qualsiasi pubblicità online o offline che il team di marketing crea per aumentare la consapevolezza e l’interesse per il vostro prodotto e, in ultima analisi, portare a maggiori vendite.

Tipologia di marketing

Il marketing può essere diviso approssimativamente in metodi offline e online. Il marketing offline consiste in attività promozionali di tipo “tradizionale” come la stampa, la promozione su radio e televisione e la partecipazione ad eventi come fiere di settore e conferenze.

Tuttavia, la comunicazione si sta spostando maggiormente verso il marketing online. Questo perché i consumatori trascorrono sempre più tempo a navigare in internet e il marketing digitale offre diversi vantaggi in termini di velocità, efficienza e analisi dei dati.

Diamo un’occhiata ad alcuni tipi di attività di marketing online che un business può intraprendere:

Content marketing:

Pubblicare contenuti in diverse forme per costruire la brand awareness e alimentare le relazioni con i clienti. Il Content marketing è solitamente pensato come un tipo di marketing digitale, ma può avvenire anche offline. Esempi di content marketing includono blog, post sui social media, infografiche e video.

Comunemente noto come SEO, questo è il processo di ottimizzazione del contenuto sul tuo sito web per renderlo più visibile ai motori di ricerca e attirare più traffico dalle ricerche organiche.

Le aziende possono utilizzare Facebook, Instagram, Twitter, LinkedIn e altri social network per creare conversazioni con utenti/consumatori con cui instaurare una relazione 1:1 e raggiungere un pubblico più ampio attraverso il passaparola digitale.

Video marketing:

Una volta c’erano solo spot pubblicitari, ora il marketing punta alla creazione e promozione di video che intrattengono ed educano i clienti principali.

Invio regolare di comunicazioni via e-mail agli utenti che si sono iscritti alla tua lista per costruire relazioni e incrementare le vendite.

Retargeting o remarketing:

Forma di pubblicità online che si rivolge a clienti esistenti o potenziali che hanno visitato il tuo sito, ma non hanno effettuato subito l’azione desiderata (acquisto, contatto, iscrizione etc.).  Ad esempio se un utente ha visitato sul vostro sito un prodotto in particolare senza acquistarlo, con una campagna di retargeting, possiamo mostrare un messaggio personalizzato a quello stesso utente per convincerlo all’acquisto.

Influencer marketing:

Il brand viene promosso attraverso i canali social di quelle persone (blogger, youtubers, utenti Twitter, pagine Facebook) che creano conversazioni ad alto impatto con il vostro target ideale di riferimento. L’Influencer marketing è un concetto strettamente legato ai social media e permette di generare un passaparola strategico che incide in maniera significativa sulla visibilità di un marchio, sulle azioni dei followers/fans dell’influencer e sulle loro decisioni di acquisto.

Questi sono solo alcuni esempi di attività di marketing digitale che un business può intraprendere oggi. Ognuna di queste strategie non dev’essere intesa come imprescindibile e non consiste in una singola azione o strumento: per elaborare un piano di marketing efficace per la vostra attività è necessario identificare le attività di marketing più efficaci per voi, finalizzate al raggiungimento di un obiettivo.

Chiudi

L’azione è la chiave del successo.

Iscriviti alla nostra mailing list e riceverai consigli pratici per far crescere il tuo business online.